ESAMI DI TERZA MEDIA


I consigli di Matemagia per affrontare al meglio prove scritte ed orale

Gli esami di terza media sono ormai alle porte.La prossima settimana al via con le prove scritte e poi subito dopo gli orali, con i voti che faranno media con il giudizio di idoneità ottenuto a fine anno scolastico. Nel 2018, per la prima volta, gli Invalsi si sono svolti nel mese di aprile: requisito fondamentale per essere ammessi all’esame, uno scoglio in meno da superare a giugno. Per il resto, rimangono invariate le prove scritte e l’orale, durante il quale viene presentata la tesina o la mappa concettuale, lavoro personale e il più possibile originale, esposta all’inizio della prova e dalla quale i professori spesso prendono spunti per ulteriori domande.Detto ciò, l’esame di terza media risulta fondamentale, dal momento che verifica le conoscenze acquisite nel corso dei tre anni, necessarie per il passaggio alla scuola superiore. Quindi le prove possono risultare complicate, il materiale da ripassare abbondante e la tensione per l’esposizione orale di fronte alla commissione diventa un sentimento comune fra gli studenti.Ecco, dunque, alcuni consigli per preparasi al meglio.

Le prove scritte

Si parte con la prova di italiano, che pone gli studenti di fronte a delle tracce fra cui scegliere per sviluppare il tema: comprensione e sintesi di un testo letterario, divulgativo o scientifico; realizzazione di un testo narrativo o descrittivo; realizzazione di un testo argomentativo.

  • è necessario leggere attentamente le tracce, per comprendere quale è la richiesta precisa che viene fatta ed evitare di andare fuori tema, e capire quale tipologia è più adatta alle proprie capacità (analisi, fantasia e racconto, esposizione convincente delle proprie opinioni)
  • prima di iniziare a scrivere è consigliabile fare una scaletta, per tenere presenti i vari punti che si deve toccare e organizzare il discorso.
  • ricontrollare attentamente la brutta copia del tema, immedesimandosi in chi lo dovrà leggere: il testo deve risultare chiaro e lineare, comprensibile e convincente.
  • esercitarsi nelle varie tipologie e leggere molto, per migliorare le proprie capacità di esposizione (utile non solo per lo scritto ma anche per l’orale).

Il giorno successivo calcolatrice alla mano, se la commissione lo permette, e mente pronta ad affrontare la prova di matematica con i quesiti di geometria solida o analitica, algebra, fisica, scienze o tecnologia sotto forma di problemi o domande a risposta aperta o multipla.

  • fondamentale risulta il ripasso della teoria ma soprattutto l’esercitazione costante: mettetevi alla prova con problemi, esercizi e domande, prendendo spunto dagli esami degli anni passati e mantenendo costantemente allenata la mente al calcolo e alla riflessione.
  • rimanere concentrati, per evitare errori di calcolo e distrazione, e allenarsi a risolvere qualunque tipo di quesito.

La prova che riguarda la lingua straniera, infine, può essere strutturata come questionario di comprensione del testo a risposta chiusa e aperta, completamento o riordino o trasformazione di un testo, elaborazione di un dialogo, lettera o e-mail personale, sintesi di un testo.Le tappe fondamentali della preparazione sono:

  • esercizio costante su tutte le tipologie che la prova può prevedere
  • ripasso delle regole fondamentali
  • lettura di testi in inglese che possono aiutare ad acquisire un vocabolario più ampio e ad imparare come strutturare frasi complesse

La prova orale

L’esame orale si svolge di fronte alla commissione al completo, cosa che può suscitare ansia e portare gli studenti a bloccarsi nell’esposizione. I consigli dunque sono:

  • scegliere una tematica della tesina che piace e appassiona, cercando di fare tutti i collegamenti possibili per portare anche i professori verso argomenti in cui ci sentiamo maggiormente preparati
  • esercitarsi a ripetere ad alta voce, spesso e ovunque, di fronte ad amici e genitori, così da acquisire sicurezza ed esporre in modo convincente
  • organizzare il ripasso nei giorni a disposizione, gestendo al meglio il tempo e servendosi di schemi e mappe concettuali

Per preparare al meglio le prove scritte, con esercitazioni mirate e ripasso organizzato, e la prova orale, con un supporto efficace nell’esposizione della tesina e nella preparazione dell’interrogazione, puoi affidarti a Matemagia!

Per saperne di più, contattaci al numero 051 0546959328 7549970