5 consigli per affrontare al meglio lo studio estivo


Chi ha detto che d’estate ci si può riposare?

Molti dei nostri studenti, per svariati motivi, sono costretti a studiare anche durante le vacanze estive, alla fine di un duro anno scolastico o accademico. C’è chi deve recuperare una o più materie agli esami di riparazione, chi si prepara per i test d’ingresso universitari, chi deve affrontare la sessione di esami di settembre o chi, semplicemente, deve portare a termine i compiti delle vacanze assegnati per le diverse materie.

In ogni caso, seguendo alcune piccole regole di base, lo studio potrebbe rivelarsi meno pesante del previsto.

  1. Organizzazione. Lo abbiamo già detto diverse volte, per studiare con efficacia è indispensabile essere organizzati. E’ necessario avere ben chiaro fin da subito tutto ciò su cui ci si dovrà concentrare e il tempo a disposizione per farlo, in questo modo si potrà fare un piano di studio per ogni giorno a disposizione. Più l’organizzazione sarà precisa più sarà possibile ottimizzare i tempi.
  2. Tempo libero. Staccare la spina è indispensabile per ottenere buoni risultati. Una volta quantificato il tempo necessario per lo studio è bene concedersi del tempo libero per ricaricare le energie e gratificarsi. Concentrarsi sullo studio senza sosta porterebbe soltanto ad una condizione di ansia ed incertezza. Dedicare allo studio le ore in cui si è più produttivi per poi concedersi riposo ed uscite che renderà più piacevoli queste giornate.
  3. Applicare un metodo di studio. Come abbiamo già detto, il metodo di studio è indispensabile per studiare con efficacia e risparmiare tempo da impiegare nelle attività che più si ritengono piacevoli. Il metodo di studio non può essere univoco ma va personalizzato in base alle esigenze e caratteristiche di ognuno. Per trovare il metodo migliore è possibile chiedere consiglio ai professori durante l’anno o chiedere un supporto esterno che sia un aiuto per imparare a studiare meglio.
  4. Prendersi cura di sé. Prestando attenzione alle richieste del nostro corpo lui ci ringrazierà con energie e lucidità per studiare. Una corretta alimentazione e un numero adeguato di ore di sonno sono un buon punto di inizio. Non affaticarsi eccessivamente è una regola alla base di ogni attività, studiare con il corpo e la mente affaticati e stressati diminuisce sensibilmente i risultati.
  5. Avere forza di volontà. In questo modo è possibile rispettare tempi ed obiettivi prefissati senza sacrificare tutto il periodo estivo. Sarà possibile ritagliarsi ore e giornate di relax, divertimento e pura vacanza. Così, nonostante lo studio, a settembre avrete solo ricordi bellissimi dell’estate appena passata!